Homepage
 
 
 
 
Biografia Gruppi
 

Emanuele Fizzotti“Sei un chitarrista veramente bravo con autentico “blues feeling”, molto talento e molto buon gusto, un’ottimo musicista che sa suonare blues e variazioni sul blues in diversi stili con gusto e credibilità ”

(Bruce Iglauer - Presidente della casa discografica “Alligator” di Chicago)


Emanuele Fizzotti
, chitarrista, cantante e compositore, inizia l’attività professionistica nel 1983 in sala da ballo e dall’86 anche in studio di registrazione.
Dall’Aprile 1988 al Marzo 1989 frequenta il “Guitar Institute of Technology” di Los Angeles dove studia con Scott Henderson, Carl Schroeder (pianista di Frank Sinatra e direttore artistico nella band di Sarah Vaughan), Joe Diorio e altri, diplomandosi “with honors”.
Conseguito il diploma partecipa ad alcune “session” di registrazione agli “Shanghai Recording Studios” di Hollywood con Mike Carnevale, già tecnico del suono di Eric Clapton, Greg Allman, Jeff Beck, Keith Richards, ecc.

Rientrato in Italia forma gli “Zip Fastener”, gruppo rock/swing/rhythm’n’blues che ha all’attivo un CD e con cui partecipa al Festival Internazionale “Sanremo Blues 1991” insieme a bluesman italiani come Tolo Marton o Rudy Rotta e artisti che hanno fatto la storia del blues come Rufus e Carla Thomas o Jack Bruce.
L’esibizione degli Zip Fastener al Festival viene trasmessa su RAI 1.
Dal 1990 suona chitarra acustica ed elettrica in spot pubblicitari televisivi per il maestro Franco Serafini (artista della Ricordi e collaboratore delle agenzie pubblicitarie “Vetriolo” e “Tam Tam”).

Nel 1992 entra nella band di Cristiano De Andrè per la tournè di “Canzoni con il naso lungo” e vi rimane fino alla fine del 1993 quando termina la tournè di “Dietro la porta”, canzone con cui Cristiano arriva secondo al “Festival di Sanremo”.
Durante i due anni con Cristiano, ha occasione di esibirsi all’Olimpico, al San Paolo di Napoli, allo Stadio di Udine e partecipa a importanti trasmissioni televisive come “Festivalbar”, “Il Cantagiro”, “Il Canzoniere Dell’Estate” al Foro Italico, “Bellezze Al Bagno”, “Le Notti Della Moda” e molte altre.

Nella pausa fra le due tournè trova il tempo per dedicarsi al suo grande amore, il Blues, suonando con uno dei più grandi interpreti italiani della musica del diavolo: l’armonicista Fabio Treves.
Dal Marzo 1995 alla fine del ’97 scrive sulla rivista di chitarra “Axe”.
Nel Giugno del 1996 torna a Los Angeles, prende lezioni da Scott Henderson, Steve Trovato, Nick Nolan e Paul Hanson e suona in gruppi blues e rock nei locali della metropoli californiana.

Nuovamente in Italia alla fine dello stesso anno riprende l’attività “live” e in studio, affiancando agli “Zip Fastener” il quartetto rock “Night Train” ed il gruppo “The Rovers a Tribute to Led Zeppelin”.

Dal 2000 al 2008 collabora con la rivista “Chitarre” facendo trascrizioni, articoli di tecnica ed interviste.

Nel maggio 2000 forma il gruppo rock-blues “Melody Makers” con il quale nel 2001 registra un primo CD (distribuito in Italia e Canada dalla Deltavideo) e partecipa ad importanti Festival Internazionali fra i quali "Vallemaggia Magic Blues" (Svizzera), “Soul Island Festival-Elba meets Pistoia Blues” (Isola d’Elba), “Tropea Blues Festival” (Tropea-VV), “Torrita Blues Festival” (Torrita di Siena), "Narcao Blues Festival" (Narcao), “Green Hills in Blues” (Atri-TE), “Blues Sotto le Stelle” (L’Aquila), “Blu Notti Blues” (Moncalvo-AT), “Liri Blues Winter Festival” (Isola del Liri-FR).

Nel 2002 il brano “Heartaches”, tratto dal loro primo CD, viene inserito nella colonna sonora del cortometraggio “Va Bene Così” di Dario Casetti e nell’estate del 2003 collaborano alla realizzazione della colonna sonora del cortometraggio “Come Mi Immagini” presentato al “Torino Film Festival” dallo stesso regista.

Nell’ottobre del 2004 i Melody Makers pubblicano il secondo lavoro dal titolo “Movin’ On!” prodotto dalla “New LM Records”, etichetta indipendente di Ravenna che ha già pubblicato i lavori di artisti di fama internazionale come, tra gli altri, Pippo Guarnera, Vince Vallicelli e Nick Becattini.

Nel giugno del 2005 Emanuele forma il gruppo “Psychedelic Sunrise” con cui rende omaggio al grande Jimi Hendrix.

Ancora nel 2005, con Marina Schiavinato alla voce, i “Soulful Numbers” gruppo con cui spazia dal folk di Bob Dylan al soul di Aretha Franklin, dal rock anni ’60 di Janis Joplin, Beatles, Rolling Stones e Who, all'hard rock dei Led Zeppelin fino al jazz di Ella Fitzgerald e Billie Holiday.

Nel dicembre dello stesso anno esce il dvd didattico “Suonare nello stile di Jimmy Page” in cui Emanuele analizza lo stile del chitarrista dei Led Zeppelin.
Il dvd, pubblicato dalla Playgame Music (distribuzione Carish), fa parte della collana “Guitar Legends Styles” in cui famosi chitarristi italiani, tra cui Massimo Varini e Alessio Menconi, approfondiscono le tecniche dei chitarristi che hanno fatto la storia del rock.
La Playgame produce anche video didattici in cui affermati chitarristi italiani, come Andrea Braido, o di fama mondiale, come Frank Gambale (insegnante di Emanuele al Musicians Institute), spiegano il proprio approccio con lo strumento.

Dall'inizio del 2007 collabora con Albino Barbero, presso i “Rockhattle Music Studios” di Cavallirio (NO), alla realizzazione di musiche per insonorizzazione di filmati.

Nell’ottobre 2007 gli “Psychedelic Sunrise” si esibiscono all’ “International Jimi Hendrix Festival” a Budapest.
La loro esibizione viene trasmessa in diretta da Civil Radio FM98, una delle più importanti radio di Budapest che raggiunge fino a 2 milioni di ascoltatori.

Nel novembre dello stesso anno, insieme a Marina Schiavinato, suona con Carmelo La Bionda (produttore discografico e interprete di pezzi da discoteca come "One for you one for me" con i Fratelli La Bionda) al Teatro San Babila di Milano nello spettacolo di cabaret "Il Cielo sopra Milano" con Sabina Negri Calderoli (già ospite fissa a Markette, trasmissione condotta da Piero Chiambretti su LA7) e, tra gli altri, con Giovanni Vernia (Zelig), Paolo Casiraghi (Suor Nausicaa di Colorado Cafè) e Rossana Carretto (cabarettista a Colorado Cafè, nella sit-com "Il Mammo" su Canale 5 con Enzo Iacchetti e Natalia Estrada e al cinema con Aldo, Giovanni e Giacomo).

Un servizio dedicato allo spettacolo è stato mandato in onda sul TG4
.

Nel febbraio 2009 l’etichetta “Rockhattle Music” pubblica “Out To Play”, il terzo CD dei Melody Makers.
Il disco, in vendita in tutto il mondo nei più importanti negozi “on line” come iTunes, è stato recensito positivamente da importanti riviste nazionali del settore come “Il Blues", “Jamboree”, “Jam” o “Chitarre”, su siti specializzati come “Blues Bytes” e viene trasmesso da molte radio sul territorio nazionale e all'estero (Stati Uniti, Gran Bretagna, Australia, Danimarca, Spagna, Olanda, Argentina, Macedonia, Svezia, ecc).
Il brano "Down on the river" è stato inserito nella compilation "Music For You" (i cui proventi vengono devoluti in favore dei terremotati d'Abruzzo) in vendita solo su iTunes in tutto il mondo insieme a canzoni di artisti come Afrika Bambata, la Rettore, Gatto Panceri o Franco Califano.

Nell’ottobre del 2009 i Melody Makers insieme a Marina Schiavinato e Silvio Sansone suonano a LONDRA, nel quartiere di Notting Hill, al “The Glass Room Restaurant” locale frequentato in passato anche da David Bowie, Elton John e Lady Diana.

Per celebrare il compleanno di Jimi Hendrix il 27 novembre 2009 gli “Psychedelic Sunrise” suonano al “Charlotte Street Blues Club”, uno dei più prestigiosi locali di Londra dove si esibiscono artisti di fama mondiale come Gary Moore, John Mayall, Chris Jagger, gli Yardbirds, Alvin Youngblood Hart, Muddy Waters Jr o John Lee Hooker Jr.

Alla fine dello stesso anno l’etichetta RockHattle Music pubblica “Guitar Sounds” (in vendita su tutti i più importanti on line store come iTunes). In questo lavoro, che contiene solo composizioni originali, Emanuele dimostra la sua versatilità spaziando tra generi diversissimi tra loro come il blues, l’hard rock, il jazz, il country, la world music, il pop o la musica sperimentale e suonando chitarra elettrica acustica, basso, tastiere, mandolino, banjo e charango.

Nel luglio 2010 Emanuele partecipa al “Birmingham Jazz & Blues Festival” su invito di Jim Simpson, organizzatore dell’evento e produttore discografico (è stato il primo manager e produttore dei Black Sabbath e li ha guidati fino alla realizzazione del loro terzo disco).

Durante il Festival si esibisce anche con Mike Burney, uno dei più quotati saxofonisti sulla scena jazz inglese che ha cominciato la sua lunga carriera con Billy Fury nel 68’, ha fatto parte dei Wizzard ed ha suonato con artisti di fama mondiale come Steve Winwood, Chaka Khan, Beach Boys, Sammy Davis Jr., Dionne Warwick, Petula Clark, Bob Hope, Cliff Richard e Cilla Black.

Emanuele inoltre viene intervistato e suona in collegamento live da Birmingham ad Atlanta negli Stati Uniti su Radio WRFG (Radio Free Georgia), durante il programma “Good Morning Blues”.

Nel novembre del 2010 gli Psychedelic Sunrise si esibiscono alla “Salumeria della Musica”, uno dei più prestigiosi locali milanesi dove si sono esibiti artisti italiani ed internazionali come Norah Jones, Pat Metheny, Joss Stone, Keith Emerson, Branford Marsalis, Bill Frisell, Phil Woods, Kenny Barron, Brian Auger, Diane Schuur, Billy Cobham, Peter Green, Enrico Rava, Stefano Bollani, Gianna Nannini, Laura Pausini e molti altri.

Nell’aprile del 2011 si traferisce a Londra dove, oltre che suonare con il “Manny Fizzoti Blues Trio”, svolge attività di insegnamento e di turnista sia “live” che in studio.

Nella capitale britannica ha occasione di suonare con i “Nine below Zero” (gruppo rock blues in cui suonano Brendan O’ Neil e Mark Feltham, per molti anni batterista e armonicista del grande Rory Gallagher) e Glenn Tilbrook (chitarrista/cantante del gruppo new wave “Squeeze”) oltre che spesso con la “Dennis Greaves Band”, “The John O’ Leary and Alan Glen All Stars” ed Eric Ranzoni (pianista nella band di Mud Morganfield, figlio di Muddy Waters).

Inoltre si esibisce in locali storici come il “12 Bar Club”, lo “Spice of Life” (dove negli anni 60 suonò anche Bob Dylan!), il “Jazz After Dark” (dove spesso suonava anche Amy Winhouse), il “Cargo” oltre che in noti blues club come “The Bull’s Head” (dove si sono esibiti anche Mick Jagger, Ron Wood e Charlie Watts!), “The Boom Boom Club”, “The Hideaway”, “The Eel Pie Club”, “The Green Note”, “The Blues Kitchen”, “Ain’t Nothing But” e “’Round Midnight”.

Nell’anno scolastico 2011/2012 insegna chitarra presso la “British Academy of New Music”, scuola associata all’Università di Westminster che vanta tra i suoi promotori anche George Martin, mitico produttore dei Beatles!

Il 14 Luglio 2012 torna a Birmingham per partecipare al “28th Birmingham Jazz & Blues Festival” con il suo “Blues Trio” e “special guest” Will Johns, figlio di Andy Johns (tecnico del suono e produttore che ha lavorato con Led Zeppelin, Rolling Stones, Jimi Hendrix, Free e molti altri).


 
Didattica